TIRARE IL SASSO E NASCONDERE LA MANO

in risposta alla risposta di Zaia http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=136069&sez=REGIONI

 

Egregio Presidente Zaia,

mi dispiace, ma la sua risposta ad Amos Luzzato, è una farsa. Lei si nasconde dalle sue stesse responsabilità politiche, ed il suo atteggiamento nei confronti di iniziative censorie come quelle dell’assessore Donazzan, è complice.

Voi attribuite la qualifica di “cattivi maestri” in modo del tutto arbitrario ed in modo totalmente strumentale ai vostri tornaconto elettorali, ad autori che evidentemente non avete mai avuto l’occasione di leggere o per lo meno consultare.

Prima di marchiare in tale aberrante maniera opere letterarie a caso dovreste almeno avere la decenza di informarvi su cosa state facendo.

L’assessore Donazzan mette al bando libri ed autori collegandoli con questioni che non centrano nulla con il contenuto di tali libri, solo perché così guadagna facilmente prime pagine e facile consenso. Facendo questo, però, s’incammina verso un sentiero che porta inevitabilmente proprio a periodi nefasti come quelli che Lei, Presidente, non ha “pienamente compreso”. Purtroppo quei periodi sono stati ben compresi dalla mia famiglia, e da milioni di veneti che sanno molto bene cosa voglia dire  difendere non solo la propria identità ma anche la propria vita e quella dei propri cari, e non solo a parole e retorica “di pancia”, ma anche nei fatti e nelle tragedie degli anni trenta e quaranta.

Per quanto mi riguarda, gli autori da voi bollati come cattivi maestri sono alcuni di quelli che meglio mi hanno insegnato a “comprendere il presente”, e per fortuna la mia educazione ed il mio rispetto verso la libertà e la dignità delle minoranze e di tutti gli uomini non mi permette giudicare e censurare le persone e le loro opere per semplice sentito dire, o perché fa comodo avere visibilità mediatica.

Il peggior nemico della verità ed i maggiori complici delle rappresentazioni falsate della realtà siete voi. Voi che dai vostri posti di potere non fate niente per promuovere la lettura in un paese dove 20 milioni di persone non leggono nemmeno un libro all’anno. Siete voi che sostenete un regime mediatico che quotidianamente reifica una realtà distorta. Siete voi che non avete ancora pienamente compreso l’orrore delle leggi razziali. Complimenti, bel lavoro.

 

Davide Buldrini

Coordinamento Provinciale Sel Treviso

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Dignità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...