Barbara Ferrazzo

-Collegio di CASTELFRANCO VENETO-

Sono insegnante alla scuola media. Da molti anni sono referente del progetto intercultura e mi occupo dell’accoglienza e del percorso scolastico degli alunni migranti.

Secondo me una scuola di qualità, che offra ai ragazzi opportunità di crescita e di formazione istruzione costituisce un diritto irrinunciabile che  in questi ultimi tempi è stato e continua a venire intaccato da una scellerata politica di tagli, i quali hanno avuto pesanti ripercussioni anche sull’occupazione e sulla qualità del lavoro degli insegnanti. Per questo motivo ho deciso di impegnarmi nel sindacato CGIL scuola accettando, anche, di svolgere il compito di RSU.

Faccio parte dell’Associazione Cittadini per la Pace di Castelfranco Veneto, che ha come scopo del suo impegno e delle sue proposte la piena ed effettiva realizzazione dell’articolo 11 della Costituzione: L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali

Sono convinta che la cultura e l’arte costituiscano una parte molto importante nella nostra vita e contribuiscano a migliorarne notevolmente la qualità: perciò ho scelto di lavorare nell’associazione culturale CastelfrancoPER la cui attività si rivolge prevalentemente alle nuove realtà sociali: migranti, minoranze culturali, ai giovani e alle donne, attraverso l’organizzazione di iniziative che costituiscono occasioni e opportunità di incontro e di espressione.

Credo molto nella democrazia partecipativa e, per questo, collaboro con l’Associazione del Quartiere Valsugana.

La laicità dello stato e le libertà individuali sono, per me, valori fondamentali, pertanto partecipo al comitato “Libera scelta” impegnato su temi quali testamento biologico, funerali civili…

Penso che per  fermare la deriva autoritaria e populista che sta facendo regredire il nostro paese sia indispensabile impegnarsi a fondo per la rinascita del centrosinistra attraverso una larga unità d’intenti.

Mi sono candidata alle elezioni provinciali con SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ perché si presenta come una novità, decisamente in controtendenza rispetto allo squallore dell’attuale panorama politico, avendo tra le sue priorità la buona politica, fondata su cooperazione , partecipazione alle scelte e alle decisioni, comunicazione e linguaggio chiaro trasparente.

E, dunque,mi riconosco in questa proposta che, tra i suoi punti qualificanti, ne presenta alcuni particolarmente significativi ed importanti per Castelfranco, quali:

  • Sviluppo e adeguamento delle strutture scolastiche sia sul piano dell’edilizia che su quello delle attrezzature
  • Reperimento e messa in opera di spazi di incontro e aggregazione per attività sociali e culturali
  • Mobilità dolce attraverso la realizzazione di un’efficiente rete di piste ciclabili
  • Incremento nell’impiego delle energie rinnovabili, puntando alla realizzazione di impianti fotovoltaici su tutti gli stabili di proprietà della Provincia, in particolare nelle scuole superiori
  • Tutela del verde e salvaguardia del territorio fermando il processo di cementificazione  e privilegiando la ristrutturazione/riconversione degli stabili e delle strutture esistenti
  • Incentivi all’imprenditoria giovanile cooperativa dal basso
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...