Archivi tag: Alessandro Zan

Elezioni, in Veneto grazie SEL

Alessandro ZanSono stato eletto alla Camera. Ringrazio di cuore tutte le persone che sin dalle primarie mi hanno sostenuto e incoraggiato. A causa di questa legge elettorale vi è purtroppo una paralisi al Senato senza nessuna maggioranza. Credo che i tanti problemi di questo paese debbano essere affrontati con grande senso di responsabilità. Da parte mia ci sarà sempre la disponibilità a discutere sui contenuti e a sostenere tutti quegli interventi utili alla ripresa del Paese e al benessere dei cittadini, senza pregiudizio alcuno. Grazie ancora a tutte e a tutti.
Alessandro Zan
Giulio MarconCar@ tutt@un grazie sincero a tutti per la campagna elettorale e per lo straordinario lavoro che è stato fatto in condizioni
estremamente difficili.

C’è stata una mobilitazione generosa e attenta, frutto di passione e dedizione: con uno spirito costruttivo e unitario si sono messe in moto tante energie e disponibilità che saranno preziose anche per il futuro.

I dati nazionali li conosciamo tutti, ma va sottolineato l’importante risultato raggiunto nel nostro collegio e la possibilità di avere rappresentanza in Parlamento: si tratta di una condizione importante per rilanciare la
presenza sul territorio e allargare ancora di più la nostra azione costruendo uno spazio politico ancora di più plurale ed inclusivo.

Ringrazio veramente tutt@ per avermi accolto in modo così bello e per avermi dato la possibilità di integrarmi da subito nelle iniziative e nella mobilitazione di un campagna così complicata. Ho conosciuto tante belle persone, il cui ricordo mi accompagna costantemente in questi giorni dopo un mese di permanenza nel Veneto.

Ce la metterò tutta e sfrutterò ogni possibilità per tornare e stare nella regione: per garantire una continuità della relazione con SEL e con il territorio e per portare a Roma i temi, le proposte, le iniziative che riterremo di dover assumere.

Non ho tutti gli indirizzi mail. Mi scuso in anticipo con chi non compare in questo indirizzario e vi prego di girare questo messaggio a chi non è incluso o a chi ritenete opportuno far arrivare la mia mail.

Ancora grazie e a presto,

Giulio Marcon

Pape Diaw - Firenze (Florence, Italy)Vorrei ringraziare tutt* coloro che mi hanno sostenuto, un grazie particolare ai Veneti, che mi hanno accolto, guidato, e sostenuto ho imparato molte cose durante questa esperienza, ho perso le elezioni, ma ho guadagnato tante amicizie. Il popolo ha scelto, serve silenzio per comprendere.
Ritorno a fare quello che ho sempre fatto, la difesa dei più deboli.
grazie ancora a tutt*
Pape Diaw

Lascia un commento

Archiviato in Politica

SEL Veneto in parlamento

Il risultato del voto è insoddisfacente per il centrosinistra, il quadro politico nazionale è a dir poco complicato, le prospettive del paese preoccupanti. C’è comunque in questo quadro un fatto per noi positivo, ed è che Sinistra Ecologia Libertà del Veneto avrà per la prima volta dei rappresentanti in Parlamento. Risultano infatti eletti alla Camera dei Deputati Alessandro Zan (collegio Veneto 1) e Giulio Marcon (Veneto2). Abbiamo la soddisfazione di mandare in Parlamento due persone di qualità, persone per bene e competenti. Che daranno un buon contributo alla qualità del prossimo Parlamento e sapranno portare avanti le nostre battaglie di civiltà.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Smart City Treviso 6 novembre 2012

Introduzione di Stefano Dall’Agata

Buongiorno a tutte e a tutti, vi do il benvenuto e mi presento sono Stefano Dall’Agata del Coordinamento Provinciale Sinistra Ecologia Libertà Treviso, questa è un’iniziativa pensata e voluta da Sinistra Ecologia Libertà Circolo di Treviso e Federazione Provinciale di Treviso, in collaborazione con il Forum SEL Beni Comuni Ambiente Territorio Veneto e il Gruppo SEL Provincia di Treviso

Vorrei inquadrare il temi di oggi all’interno del concetto di sviluppo Sostenibile “tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attuali” (Rapporto Brundtland – ONU 1987).

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in ambiente

Città Intelligenti per un Futuro Sostenibile

TREVISO SMART CITY
Città intelligenti per un Futuro Sostenibile

Treviso 6 novembre ore 20.45
Sala Hotel Continental,

Via Roma 16
Treviso

Introduce e Presiede
Stefano Dall’Agata
Coordinamento Provinciale SEL Treviso

Relazione “Smart City”
Alessandro Zan
Assessore Ambiente Comune di Padova

Comunicazioni:

“Energia tra Regione ed Enti locali”
Oscar Mancini
Forum SEL BETA Regione Veneto

“Mobilità Sostenibile e Vivibilità Urbana”
Stefano Fumarola
Direttivo SEL Treviso

“Transition Town”
Said Chaibi
TILT Nazionale

Dibattito

Conclusioni:

Luigi Amendola
Capogruppo SEL Provincia di Treviso

Organizzato da:

Sinistra Ecologia Libertà
Circolo di Treviso
Federazione Provinciale di Treviso

Forum SEL Beni Comuni Ambiente Territorio Veneto

Gruppo SEL Provincia di Treviso

Su Facebook:

Martedì 6 novembre alle ore 20.45 in UTC+01 presso Hotel Continental, Treviso

Lascia un commento

Archiviato in ambiente

Conegliano città dei diritti: incontro con Alessandro Zan

Mercoledì 2 maggio

Sala EX Informagiovani

piazza San Martino, ore 20,45

Incontro con Alessandro Zan, assessore al Comune di Padova, sul tema dei diritti. Il Comune di Padova, su iniziativa dell’allora consigliere comunale Zan, è stato il primo in Italia ad attivare uno strumento già consentito dalla legislazione sull’anagrafe dei comuni, per rilasciare un attestato anagrafico alle coppie di fatto. Si parlerà di questa esperienza e, come sta avvendendo in mole realtà del Veneto, dell’estensione ad altri comuni di iniziativa simili. La coalizione composta da Sinistra Ecologia Libertà e Italia dei Valori a sostegno del candidato sindaco De Toffol è l’unica che ha inserito tra le proposte programmatiche per le prossime elezioni anche il tema dei diritti. Dal tema delle coppie di fatto a quello del testamento biologico, alla rappresentanza della popolazione immigrata attraverso un consigliere aggiunto o una consulta degli immigrati. Su tutti questi temi la realtà di Padova ha esperienze da condividere e da prendere come riferimento.

Alla serata parteciperà anche il candidato sindaco De Toffol.

Lascia un commento

Archiviato in Dignità

14 gennaio a Vicenza: FUTURO AL LAVORO

Oltre la crisi: 

FUTURO AL LAVORO

un nuovo paradigma di sviluppo per il Veneto.

Sabato 14 gennaio 2012

ore 9.30-17.30

Villa Tacchi, Viale della Pace, 89, Vicenza

ore 09.30

Apertura dei lavori

Lalla Trupia

Sessione I

Dalla società del ben-avere a quella del ben-essere

Stefano Bartolini Università di Siena

Illustrazione documento su economia e lavoro

Alessandro Sabiucciu Comitato scientifico nazionale SEL

Intervento

Achille Variati Sindaco di Vicenza

Dibattito

Pausa pranzo

Sessione II

Contro l’economia virtuale, per la materia vivente

Marcello Buiatti Università di Firenze

Le buone pratiche della green economy

Alessandro Zan Assessore ambiente e lavoro Padova

Dibattito

ore 17.00 Conclusioni

Fabio Mussi Presidenza nazionale SEL

Partecipano fra gli atri:

Luigi Amendola (cons. prov. Treviso)

Michele Bertucco (candidato sindaco centrosinistra Verona)

Giuseppe Bortolussi (CGIA Mestre)

Adone Brandalise (docente Università Padova)

Andrea Castagna (segr. prov. CGIL Padova)

Ousman Condè (pres. unione immigrati Vicenza)

Heidi Crocco (ass. politiche sociali Cavarzere)

Valentina Dovigo (dir. naz. Legambiente)

Daniele Giordano (segr. reg. FP-CGIL)

Oscar Mancini (pres. com. NO Nucleare)

Giorgio Molin (segr. reg. FIOM)

Giovanni Nalin (cons. com. Rovigo)

Don Dino Pistolato (Caritas)

Ilario Simonaggio (segr. reg. FILT-CGIL)

Silvano Veronese (CNEL)

Emilio Viafora (segr. reg. CGIL)

Gianni Zagato (coord. com. scient. naz. SEL)

Rita Zanutel (vicesindaco San Stino di Livenza)

1 Commento

Archiviato in lavoro

LA CITTA’ DELLA SINISTRA

FIRENZE 17 settembre 2011- ASSEMBLEA NAZIONALE AMMINISTRATORI SEL

Forse la più importante questione di competenza degli Enti Locali, quindi degli Amministratori Pubblici, riguarda il Governo del Territorio, la pianificazione, l’organizzazione degli spazi urbani, la dotazione di servizi.

Su questi temi dovrebbe verificarsi una sostanziale differenza fra i Comuni amministrati da Centro destra e da Centrosinistra. Purtroppo così sempre non è, perché la cultura liberista s’è infiltrata ovunque, nel pensiero e nell’azione, contaminandoli facilmente in assenza di una forte cultura alternativa sul ruolo delle città, considerate una merce da cui trarre profitto anziché un Bene Comune. La Città è il luogo nel quale si possono ridurre le diseguaglianze, esercitare i diritti urbani, i valori democratici .

LA CITTA’ DELLA SINISTRA è una città solidale, equa, democratica, accogliente, bella, una città amica dove i cittadini possono partecipare ai processi decisionali, dove vi è trasparenza negli atti amministrativi e nelle scelte politiche, moralità e sobrietà nella gestione della cosa pubblica.

Improntato a questi principi l’operato degli Amministratori di sinistra dovrebbe distinguersi per i contenuti e per il modo di fare politica. La materia dell’Urbanistica e del Territorio è complessa ma qui, in questa sede potremmo assumere pochi grandi temi da praticare in ogni Comune, in ogni Città, coinvolgendo tutti coloro che nel centrosinistra intendono portare avanti una Politica del Territorio e delle Città che serva agli abitanti e non ai grossi o piccoli interessi speculativi che devastano i luoghi, non rispettano l’ambiente, sottraggono la preziosa risorsa suolo, occupano gli spazi liberi dove vogliamo un albero e non un condominio.

La crisi economica, i pesanti tagli agli enti locali, non possono in alcun modo giustificare la privazione dei servizi ai cittadini, ne la svendita della città alle società immobiliari per “fare cassa” attraverso le così dette “riqualificazioni urbane” che coprono la città di nuovo cemento.

La questione morale è alla base di un buon governo delle città. Dobbiamo dirlo a gran voce in un momento in cui vacillano le certezze di una diversità fra noi e loro. Reclamiamo il diritto alla differenza, non siamo omologabili. Faremo capire che l’onestà e la moralità nella gestione della cosa pubblica è per noi un valore irrinunciabile che pratichiamo nella quotidianità del nostro operare

Lanciamo una campagna nazionale sulle Città con poche semplici parole d’ordine concrete e operative, proposte dai nostri Amministratori, da applicare in ogni Comune con l’obbiettivo di costruire:

Una Città Pubblica – dove nessuno spazio ancora libero nei centri edificati sia sottratto ai servizi (piazze, giardini, parcheggi campi sportivi, centri civici…) Gli standard urbanistici sono la più importante conquista dell’Urbanistica moderna. Va detto: No alla liberalizzazione dei servizi pubblici, No alla vendita del Patrimonio e dell’edilizia sociale che va incrementata e non alienata

Una Città Verde – attraverso la realizzazione di Parchi Urbani nel cuore delle Città dove più forte è la pressione della speculazione e più alto il valore della rendita. Incrementare il verde significa più bellezza e più salute. Lanciamo un concorso nazionale per l’incremento del verde nelle città

Una Città Ecologica – adesione del Comune alla Convenzione Europea sul Paesaggio. Puntare alla riconversione ecologica della città attraverso: l’azzeramento del consumo di suolo, la tutela del paesaggio, dei Beni Culturali, delle aree agricole, aumento della permeabilità del suolo, efficienza energetica e dei trasporti pubblici, limitazione dell’inquinamento elettromagnetico e acustico, controllo dei consumi idrici

Una Città Democratica dotata di spazi pubblici e luoghi d’incontro della gente. La democrazia ha bisogno di spazi fisici per potersi esercitare. La partecipazione alle scelte e ai processi decisionali è un diritto dei cittadini.

E’ la sfida che la Sinistra e i suoi Amministratori Pubblici possono lanciare perché i cittadini si riapproprino delle città a loro sottratte dalla speculazione, dalla rendita, dagli affari.

Luisa Calimani (urbanista), Alessandro Zan (Assessore Comune di Padova), Francesco Corso (Sindaco di Baone), Francesco Miazzi (Consigliere Comunale di Monselice), Beatrice Andreose (Membro del Parco Colli, giornalista), Mariano Salvato (Consigliere Comunale di Cinto Euganeo), Gianni Sandon (Consigliere Parco Colli), Sergio Lironi (Presidente Legambiente Padova), Fabio Casetto (Responsabile Urbanistica SEL Padova)

2 commenti

Archiviato in ambiente

PER UNA MARCA SOLARE IN ALTERNATIVA AL NUCLEARE

Politiche di sostegno alle energie rinnovabili:

l’esperienza concreta del Comune di Padova

Incontro con l’Assessore all’Ambiente ALESSANDRO ZAN

GIOVEDI’ 12 MAGGIO 2011 ORE 21.00

Sala Pacifico Guidolin (Biblioteca Comunale)

CASTELFRANCO VENETO

FLORIANA CASELLATO PRESIDENTE

Lascia un commento

Archiviato in ambiente, Politica

Congresso SEL Veneto

da Il Gazzettino di Padova, 30 gennaio 2010

LA SINISTRA DI VENDOLA Designata l’assemblea chiamata ad eleggere il segretario regionale
Zan: «I leghisti lontani dal federalismo»

 

(Al.Rod.) Assemblea regionale di Sinistra Ecologia e Libertà ieri Padova. Sono andati avanti per tutta la giornata i lavori del “congresso regionale” di Sel che hanno portato alla designazione dell’assemblea che prossimamente andrà ad eleggere il Segretario Regionale e relativa segreteria del partito di Nichi Vendola. Per quel che riguarda Padova sono stati designati tra gli altri l’assessore all’ambiente Alessandro Zan, il segretario cittadino Attilio Motta, la capogruppo in consiglio comunale Marina Mancin e Mariastella Urbano già assessore a Mestrino.

«Al di là della designazione dell’assemblea questa giornata di lavori ci ha permesso di confrontarci sulla sitazione della politica regionale e in modo particolare quella della Lega Nord», dice Zan che poi aggiunge «Una politica che nulla ha a che fare con il federalismo. Una politica che penalizza sopratutto i comuni che dovrebbero essere il simbolo del decentramento amministrativo». Il leader di Sinistra per Padova rincara poi la dose: «Solo ora si scoprono gli effetti deleteri delle politiche del Carroccio nel Veneto. Pensiamo per esempio al buco della Sanità regionale. Un buco che rischia di mettere in seria discussione la qualità dei servizi erogati ai cittadini». Molti i temi messi sul piatto durante l’assemblea regionale. Tra questi centrale è stato sicuramente quello del lavoro anche alla luce del recente braccio di ferro tra la Fiom e l’amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne. Ad animare il dibattito si sono aggiunti i temi dell’ambiente (di cui Zan è diventato nuovo simbolo) e dell’integrazione. Nutrita la rappresentanza anche del mondo sindacale tra cui il segretario provinciale della Cgil Castagna.

da Il Mattino di Padova, 30 gennaio

PADOVA. Primo congresso regionale di Sinistra Ecologica e Libertà ieri nella sala ex sinagoga.
La sinistra lancia la sfida: “La Lega? solo una patacca”


Due questioni al centro del dibattito: le risposte che mancano ai lavoratori e quale federalismo possibile. Hanno cercato di rispondere Dino Facchini, il coordinatore regionale uscente; Alessandro Zan, l’assessore all’ambiente e leader Sel in città e, a conclusione dei lavori, Claudio Fava del coordinamento nazionale di partito. Dal congresso è uscito a chiare lettere che non si può “tifare” Marchionne e che va consolidata una nuova unità nazionale basata sulle autonomie locali ma lontana dalla «patacca leghista»
“Come è possibile che il Carroccio oggi sia il primo partito in Veneto? – si chiede Zan – La risposta non è così scontata, e probabilmente le ragioni possono essere tante, ma voglio soffermarmi su quella più importante: la Lega ha fatto della comunicazione un potente strumento con cui ha generato delle paure, speculando sulle difficoltà della gente, e poi si è elevata a paladina che difende i buoni veneti da questi timori da queste paure, incitando all’atteggiamento di chi vuole rinforzare la propria identità attraverso la chiusura in se stessi, attraverso la conservazione di una nostalgia che rassicura, il focolare veneto. E il risultato qual’è? Abbiamo perso la competitività d’impresa, migliaia di ore di cassa integrazione e abbiamo azzerato la nostra capacità di innovazione. Oggi i Veneti sono più poveri”.
Apertura e integrazione, green economy, diritti sociali e legalità sono invece gli ingredienti della ricetta dei “vendoliani” veneti.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Nichi Vendola in Veneto

https://i2.wp.com/profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs1340.snc4/161918_111728662229395_7718140_n.jpg

Venezia

venerdì 17 dicembre · 18.00 – 20.00

AULA MAGNA DI ARCHITETTURA- Tolentini

introduce GIAMPIETRO PIZZO

modera MARINO FOLIN

https://seltv.files.wordpress.com/2010/12/volantino2bvendola2ba2bvicenza.jpg?w=214

Vicenza

venerdì 17 dicembre · 20.30 – 23.30
Sala Palladio, FIERA di Vicenza

Nichi Vendola ha confermato che sarà a Vicenza, Venerdì 17 Dicembre 2010.
Il Presidente della Regione Puglia e Leader di Sinistra Ecologia Libertà incontrerà la cittadinanza per confrontarsi su tematiche territoriali e nazionali, visto tra l’altro che l’appuntamento si inserisce a seguito del D-Day per la maggioranza di Governo (il 14/12/2010 ci sarà la sfiducia alle camere).

L’iniziativa è organizzata da:

-Sinistra Ecologia Libertà di Vicenza.
-La Fabbrica di Nichi di Vicenza.

che saranno presenti con propri gazebo informativi e divulgativi.

INTERVENGONO:
Nichi VENDOLA, presidente Regione Puglia leader di SEL.
Dario VERGASSOLA, attore comico e conduttore televisivo, quest’ultimo in videoconferenza.

PROMEMORIA MANGERECCIO:
Vi ricordo inoltre che il giorno successivo, Sabato 18 Dicembre alle ore 12.30 presso il locale birracrua (ex-country club) si terrà un pranzo di SEL Vicenza, APERTO A TUTTI, nel quale ci confronteremo anche sulla visita di Vendola.
Per questo pranzo troverete tutte le informazioni necessarie sull’evento: “Gran Pranzo della Sinistra” sito nella nostra bacheca di facebook.

Padova

sabato 18 dicembre · 11.00 – 13.30
Fiera di Padova – Galleria 78 tra i padiglioni 7 e 8
Ingresso e parcheggio gratuito E (da via Goldoni)
Padova, Italy

C’è un Veneto migliore, un Veneto generoso, operoso e solidale, che dimostra di saper guardare al futuro, non chiudendosi solamente in se stesso come ci propone da sempre la Lega Nord.
Per dar voce a questo Veneto Nichi Vendola con Alessandro Zan insieme ai precari della scuola e dell’Università, che stanno combattendo la pseudo-riforma del ministro Gelmini, agli operai delle aziende in fase di chiusura e agli imprenditori che hanno voglia di scommettere sulla nostra regione puntando su qualità e innovazione.
Con noi anche i comitati e le associazioni con cui Sinistra Ecologia Libertà collabora sul territorio per le grandi battaglie civili e ambientali.

Lascia un commento

Archiviato in Politica