Archivi tag: idv

SEL-IDV solidarietà da Treviso a Modena

A seguito della lettera di sollecito da noi presentata in data 5 settembre  al presidente della provincia Muraro , in cui venivano ricordati gli impegni presi in merito agli aiuti economici per le popolazioni emiliane colpite nel mese di maggio dal tragico terremoto
, siamo riusciti a far erogare la somma di 30 mila euro , come contributo da versare alla Provincia di Modena.
Durante il prossimo Consiglio Provinciale previsto per il giorno 27 settembre p.v. all’interno del riequilibrio finanziario e contestuale approvazione della 2^ variazione di bilancio , sarà prevista la somma da noi e dall idv richiesta nella mozione presentata in Consiglio a fine maggio.

Luigi Amendola
Capogruppo SEL
Provincia di Treviso

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Solidarietà

Comunicato Stampa congiunto dei Segretari provinciali di PD, IdV e SEL Treviso

Si è svolto martedì sera un incontro tra Pd, Idv e Sel, alla presenza dei segretari provinciali Roberto Grigoletto, Gianluca Maschera e Luca De Marco, per avviare un confronto sulla scadenza elettorale del prossimo anno nel Comune capoluogo.

Al termine è stata espressa da tutti piena soddisfazione per l’esito dell’incontro, ritenuto non solo positivo ma soprattutto propositivo in merito al percorso da compiere per affrontare con responsabilità e nel modo più efficace l’importante scadenza elettorale a Treviso nel 2013.

Un rinnovo, quello dell’Amministrazione della città di Treviso, che secondo i tre segretari provinciali dovrà vedere tutti impegnati e uniti, profilandosi la reale possibilità di segnare un effettivo cambiamento nella gestione della città e chiudere finalmente il ciclo del ventennale governo leghista

Per questo Grigoletto, De Marco e Maschera ritengono sia indispensabile portare avanti da subito un confronto ed un lavoro comune aperto, da estendere e condividere con quanti, forze politiche e sociali, sono interessati ad un reale cambiamento nella gestione politica della città. “Nessuna autosufficienza da parte dei singoli partiti” è stato più volte ribadito e totale apertura a quanti, non avendo condiviso la gestione leghista della città, intendono ora contribuire al superamento di questa fase.

Non sono infine mancate proposte di iniziative di grande interesse per un percorso che sia di ampio coinvolgimento e partecipazione di forze sociali, associazioni e singoli cittadini. Un confronto di idee e di proposte che possa raccogliere e valorizzare le grandi potenzialità presenti in città ed arricchire la proposta politica di governo, oltre a garantire un percorso condiviso e partecipato.

Sono in calendario successivi incontri per approfondire la collaborazione avviata.

Roberto Grigoletto Segretario provinciale Partito Democratico

Luca De Marco Coordinatore provinciale Sinistra Ecologia Libertà

Gianluca Maschera Segretario provinciale Italia dei Valori

Treviso, 11/07/2012

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Amministrative 2012 in Provincia di Treviso

Sinistra Ecologia Libertà è presente alle Elezioni Amministrative per il rinnovo dei Consigli Comunali di Conegliano Veneto e di Casale sul Sile.

A Conegliano un coalizione composta da Sinistra Ecologia Libertà e Italia dei Valori sostiene la candidatura a Sindaco di Marco De Toffol, giovane esponente di SEL .

Per una nuova Conegliano

Il nostro obiettivo è quello di portare finalmente Conegliano nel XXI secolo. E’ quello di creare un città vivibile ed inclusiva, sostenibile e vivace, punto di riferimento per le realtà limitrofe e un esempio di innovazione e buona politica nella gestione amministrativa.

Il nostro impegno civico vuole essere costruttivo e vicino ai cittadini, libero da ogni forma di conflitto di interessi, concreto e innovativo nelle risposte.

La Lista di SEL:

Zanatta Dina, Agnoli Thomas, Baldo Marco, Buattini Claudio, Carlet Giorgio, Cappellotto Otello, Cisotto Marta, Fievoli Sasha, Finocchiaro Giuseppe, Frassinelli Loredana, Girotto Gianni, Marchio Lucia, Occhionero Alessandro, Piai Luca, Polese Mario, Salvador Matteo, Santonastaso Massimo, Serena Paolo, Spinelli Mauro, Venerandi Pier Luigi

A Casale una Lista Civica composta da Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà e Cittadini Democratici per Casale sostiene la candidatura di Massimiliano Scarpa di IDV.

Ci identifichiamo in questo simbolo, che rappresenta la nostra lista civica.

Contiene 3 simboli al suo interno: due partiti nazionali: Italia dei Valori, Sinistra Ecologia e Libertà; e una lista civica di Cittadini Democratici per Casale.

Rappresenta il centro-sinistra progressista di Casale sul Sile, per una politica nuova e giovane.

Candidato di SEL nella Lista è Felice Mercogliano

A Tarzo la Lista  DEMOCRATICI PER TARZO  sostiene il candidato Sindaco Giovanni TESSARI

Candidato di SEL nella lista è Alfiero Trinca  

Lascia un commento

Archiviato in Politica, Uncategorized

Per una nuova Conegliano

Marco De Toffol Candidato Sindaco

Il Programma

Il nostro obiettivo è quello di portare finalmente Conegliano nel XXI secolo. E’ quello di creare un città vivibile ed inclusiva, sostenibile e vivace, punto di riferimento per le realtà limitrofe e un esempio di innovazione e buona politica nella gestione amministrativa.
Il nostro impegno civico vuole essere costruttivo e vicino ai cittadini, libero da ogni forma di conflitto di interessi, concreto e innovativo nelle risposte.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Il Consiglio Provinciale affossa il PTCP per dare il via libera a Ikea e Barcon

Ieri il Consiglio Provinciale di Treviso ha fatto il primo passo per acconsentire alle proposte di cementificazione del territorio di Ikea a Casale e di Colomberotto e RotoCart a Barcon di Vedelago
Per consentire a questi progetti, i gruppi di Lega e PDL hanno proposto delle linee guida per derogare al Piano urbanistico provinciale. Il PTCP prevede infatti che nuovi centri commerciali possano essere insediati solo in aree dismesse, e sulle aree interessate dai due progetti non prevede nuova cementificazione.
Quindi il via libera deve passare attraverso una deroga al piano, e per salvare la faccia la maggioranza si è inventata dei criteri per la deroga; un assurdo in termini giuridici, perché se la deroga viene normata non è più deroga ma diventa nuova normativa. Quindi, in pratica, la maggioranza intende cambiare il PTCP entrato in vigore solo un anno fa, e fissa dei criteri che chiunque ora potrà invocare per pretendere l’assenso su proposte che ad oggi sarebbero invece contrarie al PTCP e bisognose di una apposita variazione/deroga del piano.
Per questo il nostro gruppo, e quello di IDV, fin da subito non hanno voluto accettare il terreno di discussione imposto dalla maggioranza, quello dei criteri per la deroga, e sul quale il Partito Democratico ha invece creduto di poter fare una mediazione. Presentando emendamenti che potevano prefigurare un atteggiamento diversificato della Provincia rispetto ai due progetti in questione.
Oggi è stato fatto il patatrac, e dispiace constatare che bastava che i due consiglieri e sindaci Battaglion del PD e Bonesso del PDL, anziché astenersi avessero votato contro la pessima proposta di stravolgimento del PTCP, perchè questa fosse bocciata. E la Provincia rendesse così un grande servigio alle ragioni del territorio.

Luca De Marco
coordinatore provinciale SEL

Lascia un commento

Archiviato in ambiente

Un centro-sinistra unito per Casale

Sinistra Ecologia Libertà – Italia dei Valori – Federazione della Sinistra
Elezioni amministrative 2012
Comune di Casale sul Sile
A tutti i Cittadini di Casale
DOCUMENTO DI INTENTI DISCUSSO ED APPROVATO DALLE FORZE POLITICHE DELL’ITALIA DEI VALORI, SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’, FEDERAZIONE DELLA SINISTRA, ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE E DELLA SOCIETA’ CIVILE.
Noi esprimiamo un giudizio più che positivo sul decennale operato della maggioranza unitaria di Centro – Sinistra “VERSO IL DOMANI” e del Sindaco BRUNA BATTAGLION, nonostante l’eredità ricevuta dalle precedenti amministrazioni, che avevano pensato solo a lottizzare e cementificare, senza fornire i servizi (scuole ad esempio), necessaria conseguenza della crescita abnorme della popolazione Casalese.
Il buon operato dell’amministrazione Battaglion, riscontrato in questi anni, assume un valore ancora superiore se si pensa alla presenza del “Patto di Stabilità” e dei tagli agli enti locali decisi in questi ultimi anni dal Governo centralista “BOSSI – BERLUSCONI”.
Noi ribadiamo la volontà di continuare questa esperienza unitaria di Centro – Sinistra, sia per quanto riguarda la lista “VERSO IL DOMANI”, sia per quanto riguarda il programma esistente, rafforzandolo coinvolgendo la società civile e i cittadini.
Restano per noi punti programmatici qualificanti:
  1. Uno sviluppo urbanistico non intensivo ed accompagnato dai servizi necessari, come già previsto dal PAT esistente, dotando la frazione di Lughignano dei necessari servizi (anche commerciali) nella già prevista area ex Fornace Bertoli. Per insediamenti di grandi infrastrutture, non previste dal PAT, dovranno essere coinvolti, per la decisione finale, la popolazione e le associazioni di categoria interessate dall’insediamento.
  1. Difesa della vivibilità del territorio dagli attacchi degli agenti inquinanti (aria, suolo, acqua): diciamo quindi “NO!” a discariche di rifiuti ed inceneritori, perseguendo l’obiettivo RIFIUTI “ZERO”.
  1. Ulteriori spazi per l’associazionismo, specialmente giovanile.
  1. Difesa dal traffico di passaggio nel territorio comunale (da e per le autostrade), sfruttando l’utilizzo di divieti per il traffico pesante, specialmente dopo l’entrata in funzione del Terraglio Est e del collegamento Treviso Mare – A4.
  1. Continuazione nella messa in sicurezza del territorio sotto l’aspetto idro-geologico.
  1. Continuazione dei percorsi “ludici – ciclabili”, con precise aree da adibire a verde pubblico attrezzato.
  1. Superamento del “Patto di Stabilità” e “Federalismo Fiscale” per trovare risorse da investire per favorire l’occupazione e per potenziare i servizi sociali.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Eravate alleati di Berlusconi, e non lo sapevate. E neanche lui

Oggi leggere l’editoriale di Enrico Pucci su “la Tribuna di Treviso” contro Sinistra Ecologia Libertà ci ha aperto gli occhi. Sostiene infatti Pucci che, per non aver votato contro il documento nazionale dell’Unione delle Provincie Italiane, redatto da amministratori del PD, del PDL, della Lega, noi di SEL e l’UDC siamo entrati in maggioranza in Provincia con la Lega, anzi in una “coalizione di governo”. Il ragionamento è tranchant:

“i fatti, a Treviso, ci dicono che in Provincia da ieri è nata una nuova maggioranza Lega-Sel con la benevola astensione dell’Udc e con uno o due pontieri gaviani del Pdl. Infatti, domando, per connotare una coalizione di governo, è più indicativo il voto sul destino dell’ente amministrato o quello sull’azienda unica dei trasporti ?”

Pucci ci ha convinto. Noi abbiamo contestato, contrastato, disprezzato con tutte le nostre forze il Governo Berlusconi. Però non abbiamo mai contestato il fatto che debba esistere il Governo della Repubblica Italiana. Ce l’avessero chiesto, avremmo probabilmente votato a favore dell’esistenza dell’istituzione Governo. E sicuramente avremmo votato contro, se ci avessero proposto di far nominare il Parlamento Italiano dai consigli comunali e di eliminare le elezioni politiche. Dunque, concludiamo con Pucci, se è “più indicativo il voto sul destino dell’ente amministrato” che quello sui provvedimenti e sulle scelte di chi amministra quell’ente, siamo stati alleati di Berlusconi e non lo sapevamo. Che importa se abbiamo contestato le leggi ad personam, la politica estera filo dittatori, la politica economica, i tagli di Tremonti, la scelta del nucleare, la privatizzazione dell’acqua, la moralità pubblica stracciata. Noi eravamo d’accordo sull’esistenza dell’Ente Governo, addirittura sull’esistenza del Parlamento: insomma, una alleanza a prova di bomba ! E anche Di Pietro e il PD: pensavano di essere all’opposizione di Berlusconi ? che granchio! Meno male che adesso si è fatta chiarezza. E quanti milioni di italiani pensavano di non sopportare Berlusconi, e in realtà ne erano alleati !

Eh, si! La logica non ammette sconti. Dati dei presupposti ben piantati e verificati, le conseguenze vanno tratte fino in fondo. Dunque a Vittorio Veneto noi e il PD siamo alleati con il segretario provinciale della Lega, Da Re, perché siamo d’accordo sul fatto che debba esistere il Comune di Vittorio Veneto. Immaginiamo che il compagno Atalmi non sia per l’abolizione del Comune di Treviso, o per la nomina del consiglio comunale da parte dei quartieri abolendo le elezioni comunali, quindi Atalmi e il PD e l’UDC sono in maggioranza a  Treviso assieme a Gentilini. Va informato immediatamente. Anche Zanonato, e tutti i sindaci del PD, vengano informati. Se non sostengono l’abolizione del loro comune, sono alleati con il PDL, e vabbè, ma anche con la Lega. Zanata, Battaglion, Casellato, Marzullo, Dus si sono guadagnati forse il certificato di oppositori in provincia da parte di Pucci, ma se non si battono per l’abolizione dei comuni dove sono amministratori, allora sono alleati della Lega. Ce lo dicono i fatti, come direbbe Pucci. E non una vaga maggioranza ideale o politica, ma proprio “una coalizione di governo”. Venga informata anche Laura Puppato: dato che non risultano sue dichiarazioni a favore dell’abolizione della Regione, lei e il PD regionale sono in coalizione di governo con Zaia. Dopo l’editoriale di ieri, è bene che vengano stracciati e riscritti da capo tutti i libri di storia, e i mezzi di informazione devono finirla di diffondere notizie false sugli schieramenti politici. Una pietra miliare nella storia del giornalismo ha finalmente aperto gli occhi agli ignari e annuncia finalmente l’avvento della verità.

Ma perché limitarsi all’ambito politico ? il meccanismo argomentativo di Pucci è di una tale potenza che può dimostrare grandi verità anche in altri campi. Ad esempio nel giornalismo. La Tribuna, e i quotidiani del gruppo Repubblica, pensano forse di aver combattuto le leggi ad personam di Berlusconi con i loro editoriali ? Errato. Mica saranno a favore dell’abolizione delle leggi nel nostro paese? Dunque di fatto erano d’accordo e alleati con Berlusconi. I giornali come La Tribuna pensano di essere concorrenti e magari di impostazione culturale alternativa a Libero o a il Giornale o a La Padania? che abbaglio! Mica saranno per l’abolizione dell’esistenza dei quotidiani. Dunque sono di fatto dei sodali.

Vorremmo continuare e spiegare che nella seconda guerra mondiale in realtà Hitler era in coalizione con gli alleati, perché nessuno dei due contestava l’esistenza della guerra. Ma ci fermiamo qui perché, come Pucci esorta i lettori a ritenere, noi di SEL mentiamo sapendo di mentire. E forse è meglio così, piuttosto di mentire senza neanche sapere di farlo.

Luca De Marco

Coordinatore Provinciale SEL Treviso

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Politica

La Linea Maginot di argilla della Lega

Il Consiglio Provinciale respinge un ordine del giorno sulle esenzioni Ici alla Chiesa già approvato dal Parlamento
 
Ieri sera il Consiglio Provinciale ha discusso il nostro ordine del giorno che chiedeva di rivedere la normativa sull’ICI alla chiesa. A sorpresa, anche la Lega, a differenza di quanto dichiarato nei giorni scorsi sulla stampa, ha votato contro la nostra proposta. Ovviamente contrario il PDL, e anche il PD si è espresso contro l’ordine del giorno. Ordine del giorno che è invece stato approvato il 14 dicembre scorso dalla Camera dei Deputati,  con i voti del PD e di IDV e di parte del Terzo Polo, e grazie alle astensioni della Lega.
L’ordine del giorno  aveva lo scopo di invitare i parlamentari veneti ad intervenire, per via legislativa o regolamentare, per giungere a una interpretazione precisa del concetto di “pertinenza dei luoghi di culto”, al fine di restringere il campo di applicazione della esenzione della tassazione ICI ai fabbricati direttamente connessi all’attività di culto ed  escludere invece dalle esenzioni fiscali gli immobili di proprietà che svolgono attività commerciale.
La proposta ha visto la netta e totale contrarietà di tutte le forze politiche presenti in consiglio provinciale (idv escluso), ribaltando di fatto le roboanti dichiarazioni apparse sulla stampa di tutti i maggiori esponenti della Lega che, dopo la manovra del Governo, annunciavano di voler convincere la curia  della marca trevigiana a fornire un preciso elenco dei beni appartenenti alla chiesa destinati ad attività commerciali e a pagare la “dovuta” imposta.
Invece, come spesso accade, un conto è propagandare le intenzioni, un altro è metterle in pratica.
L’annunciata linea Maginot si è di fatto sbriciolata. Prima Il capogruppo della Lega Nord Giorgio Granello ha di fatto smentito le sue dichiarazioni apparse sulla stampa, annunciando il voto contrario al nostro ordine del giorno. Sulla stessa linea sia il gruppo dell’Udc che quello del Pdl . Anche il Partito Democratico, con le dichiarazioni dei consiglieri Claudio Dus  e Franco Zanata, dichiarava la netta contrarietà alla nostra proposta.
Insomma un fronte unito a tutela di quella che in molti considerano una condizione di privilegio, tanto che anche il Parlamento si è pronunciato per una rivisitazione della norme sulla tassazione sugli immobili commerciali della Chiesa.
Infatti il nostro Ordine del Giorno  aveva preso spunto da una indicazione votata dalla Camera dei Deputati, con un ordine del giorno approvato il 14 settembre scorso con 254 voti a favore, 185 contrari e 137 astenuti,  evidenziando il concetto di  una concorrenza sleale che spesso vede contrapporsi attività commerciale laiche accanto a quelle cattoliche, le prime aggravate dal notevoli tasse, le seconde no.
E’ dunque evidente la strumentalità politica con la quale la Lega cavalca questioni che poi non è intenzionata a realizzare.
E’ evidente anche come all’interno del Consiglio Provinciale prevalga una logica di schieramento e di opportunismo che impedisce di analizzare le questioni e i loro contenuti per quello che sono. Dato che i consiglieri provinciali di Treviso respingono infatti un ordine del giorno che i loro rappresentanti parlamentari hanno già condiviso e approvato.
Ci fa comunque piacere che attraverso il nostro ordine del giorno si sia potuto fare chiarezza su chi fa solo chiacchiere e chi concepisce la politica come coerenza e impegno concreto.
Luigi Amendola
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso

Lascia un commento

Archiviato in etica

“Se qualcuno vuole la tessera PDL chiami Sernagiotto”

sel idvIn questi giorni leggiamo sui quotidiani un tentativo di creare confusione all’elettorato di centro sinistra.

Non si sprecano infatti soggetti, alcuni dei quali con incarichi di prestigio nel PD trevigiano, che lanciano strani messaggi di apparentamenti strategici in vista delle elezioni comunali di Treviso del 2013.

Italia dei Valori e Sinistra Ecologia e Libertà, tengono a precisare che nessun apparentamento è e sarà possibile creare con quelle forze politiche come PDL e Lega, che hanno ridotto in ginocchio il Paese e la nostra provincia.

Anzi come forze politiche daremo vita ad una collaborazione territoriale fatta di iniziative, appuntamenti che vadano a coinvolgere sempre più cittadini, affinché si esca dalla abitudine di creare alleanze e progetti da “laboratorio” anziché strutturati su un vero cambiamento sociale.
Ci sentiamo impegnati ad una costruzione di una  alternativa alle politiche delle Destre e intendiamo fare questo percorso insieme al Partito Democratico .
Auspichiamo maggiore cautela da parte dei dirigenti del PD trevigiano, certi messaggi rischiano di dare legittimazione a chi dopo aver  predicato male ha pure razzolato peggio .
Certi esempi anche nel territorio trevigiano purtroppo non mancano.
Ci pare complicato e certamente curioso, costruire alternative alla destra insieme al PdL.

Se poi, presi da un vento Nazionale, qualcuno pensa o sta pensando di creare nuove alleanze che comprendono anche il PdL, non ci resta che ricordare che il DNA del centro sinistra è ben marcato anche nella nostra Provincia, e farebbe prima a cercare una sponda in Sernagiotto per entrare in pompa magna nella sua scuderia.

 

Luca De Marco

Coordinatore Provinciale S.E.L.

 

Gianluca Maschera

Coordinatore Provinciale I.d.V.

Lascia un commento

Archiviato in Politica

ORA BASTA LO DICIAMO NOI!

Domenica 16 ottobre ore 10.30 tutti in piazza Giorgione per dire BASTA!
  • Basta a chi niente sta facendo per una crisi economica che sta devastando il nostro presente e il futuro dei nostri figli!
  • Basta a chi crede che le soluzioni si trovino sempre attraverso i sacrifici dei più deboli!
  • Basta a chi crede che fare politica sia gestire il potere e non farsi carico dei bisogni dei cittadini!
  • Basta a chi considera le donne pezzi di carne da offendere e insultare!
  • Basta a chi vuole toglierci anche la parola!
  • Basta a chi ogni giorno attacca le più alte cariche dello Stato!
  • Basta a chi senza vergogna, con ogni parola ed ogni azione ci ridicolizza agli occhi del mondo!

Questo governo da anni ha detto basta alla tutela dei suoi cittadini.

ORA BASTA LO DICIAMO NOI!

Aiutaci a far arrivare la nostra voce!
Oggi siamo in piazza con le Associazioni e i Cittadini di buona volontà perchè, sia chiaro, la testa noi non l’abbassiamo!

SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’
PARTITO DEMOCRATICO
ITALIA DEI VALORI
LISTA CIVICA DONATA SARTOR

Lascia un commento

Archiviato in Politica